Rilevamento Microspie

Oggi chiunque può spiare chiunque. A causa della possibilità che tutti hanno di comprare microspie economiche online, e ai numerosi tutorial presenti sulla rete che spiegano come poterle installare in modo corretto, non c’è bisogno di essere un agente segreto per farlo, ne tantomeno essere un capo di governo per esserne vittima. Quindi, se hai la sensazione di essere spiato, in casa, in auto, in azienda, o in qualsiasi altro posto, prosegui la lettura per capire come procedere per un rilevamento microspie.

Cosa sono e come funzionano le microspie

Le microspie ambientali sono dei dispositivi molto piccoli che catturano audio o video di un determinato ambiente, lo registrano e lo trasmettono a distanza. Le principali tipologie di microspie sono :

  • Microspie GSM: Tramite una telefonata, sono in grado di trasmettere l’audio dell’ambiente circostante.
  • Microspie UMTS: Permettono di registrare audio e video di un determinato ambiente e trasmetterlo a distanza illimitata grazie alla tecnologia UMTS.
  • Microspie radio analogiche: Sono le cosidette ‘cimici’, possiedono un microfono collegato a un micro trasmettitore radio che cattura e invia l’audio a un ricevitore a distanza.
  • Microspie digitali: Registrano e trasmettono l’audio in digitale, con la possibilità di inserire un codice di decodifica in modo tale che solo chi riceve i dati ed è in possesso del codice può poi utilizzarli.

Rilevamento microspie

Viste le dimensioni estremamente ridotte di questi dispositivi, bisogna innanzitutto sapere che possono essere nascosti in posti impensabili. Anche se impariamo in linea generale dove di solito vengono nascoste le microspie, la soluzione più affidabile rimangono i rilevatori di microspie.

Le agenzie di investigazione usano dei rilevatori di microspie professionali e degli strumenti appositamente progettati, che sono in grado di rilevare la presenza di tutti i tipi di microspie in ogni tipo di ambiente, che sia un mezzo di trasporto o un edificio come un’abitazione o un’azienda.

Il principio alla base del rilevamento delle microspie si basa sulle correlazioni di spettro, grazie al quale può essere individuata ogni tipologia di radiazione di segnale che si propaga nell’ambiente.

Inoltre si procede ad un’ispezione fisica da parte di tecnici esperti che effettuano un sopralluogo nell’ambiente sospettato e attraverso l’uso di strumenti professionali, procedono al controllo elettrico ed elettronico oltre che visivo.

Vediamo, in caso si volesse fare un primo sopralluogo da soli, i posti più comuni dove vengono nascoste microspie.

Nelle case possiamo trovarle in : prese elettriche, ciabatte elettriche, orologi, sveglie, quadri, libri, specchi, posacenere, lampade, arredi, battiscopa, mobili, prodotti tecnologici, fessure non visibili, impianti elettrici.

Nel caso di un’auto la situazione è simile : possono essere nascoste praticamente in ogni minima fessura anche non direttamente visibile.

Come possiamo vedere la situazione è molto complicata, e per avere una certezza conviene affidarsi agli esperti del settore.